Italiano (IT) / EUR / Prezzi IVA inclusa

CISCO SG300-28MP 28-PORT GIGABIT MAX-POE MANAGED SWITCH

CODICE: SG300-28MP-K9-EU / EAN: 8826585073428
624,49 EUR con IVA 22%
Costo di spedizione approssimativo:
8 kg: 11.94 EUR
10 kg: 13.13 EUR
30 kg: 19.4 EUR
Peso totale:
Spese di spedizione:
Aggiunto al carrello
-
+
PZ
DISPONIBILITÀ:
SPEDIZIONE: 24h

DESCRIZIONE DI PRODOTTO

Cisco Sg300-28mp-Managed Layer 3 Gigabit Switch

Gli switch della serie Cisco 300 fanno parte della linea Cisco Small Business, che sono modelli di switch gestiti a prezzi accessibili che forniranno una solida base per la tua rete aziendale. Questi switch forniranno le caratteristiche necessarie per aumentare la disponibilità delle applicazioni aziendali critiche, proteggere le informazioni riservate e ottimizzare la larghezza di banda della rete per una trasmissione più efficiente delle informazioni delle applicazioni. Installare e utilizzare facilmente gli switch Cisco serie 300, la combinazione ideale di disponibilità e capacità per le piccole e medie imprese per collegare gli utenti alla rete in modo più efficiente.

5y6G88X.jpg

Prestazioni al massimo livello

Lo switch ha un throughput di 41,67 milioni di pacchetti al secondo (pacchetti a 64 byte) e una capacità di commutazione di 56 Gbps. Il modello presentato è dotato di 24 porte con supporto PoE. Il budget totale di potenza PoE è di 375W . Lo switch Cisco è coperto dalla garanzia limitata a vita del produttore.

P-K9-EU_2.jpg

Cisco serie 300X

Laserie Cisco® 300X è una linea di switch Ethernet gestiti a un prezzo molto accessibile. I dispositivi offrono una ricca gamma di capacità necessarie per supportare ambienti di rete esigenti, sono facili da implementare e gestire, e non richiedono il supporto di numerosi staff IT.

00-28MP-K9-EU_5.jpg

Perché Cisco? Caratteristiche e vantaggi degli switch della serie 300X

Gli switch Cisco serie 300X forniscono alle aziende in crescita un set di funzioni avanzato e completo e
tutte le applicazioni e le tecnologie necessarie per un'elevata produttività. Gli switch assicurano l'affidabilità delle funzioni chiave, proteggono le informazioni aziendali sensibili e ottimizzano la larghezza di banda della rete per il
trasferimento più efficiente dei dati attraverso la rete
.



30296044870_n.jpg

Interruttori della serie 300X - Caratteristiche principali

Prestazioni e affidabilità elevate: gli switch Cisco serie 300 sono sottoposti a un regime di test a più livelli per garantire alta disponibilità e prestazioni.

Configurazione facile e veloce: il software incluso fornisce un'interfaccia intuitiva basata sul web per una facile configurazione dello switch, compresa la sicurezza e la qualità del servizio (QoS).

Supporto per la telefonia IP: gli switch Cisco serie 300 includono un motore QoS integrato per dare priorità ai servizi sensibili alla latenza come voce e video.

Elevata sicurezza: gli switch Cisco serie 300 offrono un alto livello di sicurezza e forniscono una protezione completa della rete contro gli utenti non autorizzati, tra cui: ACL, 802.1 X, VLAN ospiti e altro.

Supporto Power Over Ethernet: fino a 48 porte PoE sono disponibili sugli switch della serie 300 per connessioni Fast Ethernet o Gigabit Ethernet. Alcuni modelli supportano sia IEEE 802.3 af PoE che IEEE 802.3 a PoE+, così come IEEE 802.3 af PoE.

Distribuzione automatica dei servizi vocali: una combinazione di CDP, LLDP-MED, Auto Smartports e servizi vocali VSDP permette una distribuzione dinamica della rete vocale end-to-end. Gli switch della rete convergono automaticamente su una singola VLAN vocale e su un insieme di parametri QoS, e poi distribuiscono le informazioni ai telefoni situati sulle porte.

Gestione avanzata della rete: La serie Cisco 300 permette una varietà di funzioni avanzate per gestire il traffico di rete. Le caratteristiche includono: IPv6, routing statico, commutazione Layer 3, GUI web, SNMP, CLI, supporto di immagini multiple e configurazione del sistema.

Porte Gigabit Ethernet aggiuntive: gli switch Cisco serie 300 forniscono un gran numero di porte sul dispositivo, comprese le porte SFP aggiuntive.

Soluzioni ad alta efficienza energetica: gli switch Cisco serie 300 sono dispositivi ad alta efficienza energetica e rispettosi dell'ambiente. La tecnologia risparmia energia ottimizzando il consumo energetico, il che aiuta a proteggere l'ambiente e a ridurre i costi dell'elettricità.

Pace della mente e protezione dell'investimento








: gli switch Cisco serie 300 offrono prestazioni affidabili, protezione dell'investimento e pace della mente.

SPECIFICHE

Caratteristiche / filtri
Numero di porte LAN 26x [10/100/1000M (RJ45)] , 2x [1G Combo (RJ45/SFP)] ,
Numero di porte PoE 24x [802.3af/at (1G)]
Standard LAN Gigabit Ethernet 10/100/1000 Mb/s
Gestione CLI - Command Line Interface, Attraverso un browser web,
Potenza (W) 180
Tipo di casetto Rack (1U)

Specifiche del prodotto - Modello SG300-28MP

Prestazioni - capacità di commutazione e velocità dei dati
Throughput in Mpps (pacchetti da 64 byte) 41.67
Capacità di commutazione (Gbps) 56.0
PoE (Power over Ethernet)
Gli switch supportano 802.3 a PoE+, 802.3 af, e Cisco pre-standard (legacy) PoE. La potenza massima è di 30.0 watt a qualsiasi porta 10/100 o Gigabit Ethernet per dispositivi abilitati PoE+ e 15.4 watt per dispositivi supportati PoE, fino al budget PoE dello switch. La potenza totale disponibile per PoE per switch è la seguente:
Alimentazione dedicata per PoE 375W (PoE+ supportato)
Numero di porte compatibili con PoE 24
Consumo di energia
Energia verde Rilevare l'energia
Corto raggio d'azione
Consumo di energia del sistema 38.0W
Consumo energetico (con PoE) 431W
Distribuzione del calore (BTU/ora) 1504.69
Porte
Numero totale di porte 24 Fast Ethernet + 4 Gigabit Ethernet
Porte LAN 24 Fast Ethernet + 2 Gigabit Ethernet
Porte Uplink 2 Gigabit Ethernet combo (RJ-45 + SFP)
Buffer di pacchetti 8 MB
Specifiche del prodotto
Cornici Jumbo Dimensioni dei frame fino a 9K byte
Tabella MAC Fino a 16K (16384) indirizzi MAC
Porta della console Porta console standard Cisco - RJ45
Pulsanti Pulsante di reset
LED Sistema, Link / Act, PoE, Velocità, LED opzione risparmio energetico
Memoria flash 16 MB
Memoria della CPU 128 MB
Caratteristiche ambientali
Dimensioni del dispositivo (L x A x P) 440 mm x 44,45 x mm 350 mm
Peso 5,08 kg
Alimentazione 100 - 240 V, 47 - 63 Hz, interno
Certificazione UL (UL 60950), CSA (CSA 22.2), marchio CE, FCC Parte 15 (CFR 47) Classe A
Temperatura d'esercizio da 0°C a 50°C
Temperatura di conservazione Da -20°C a 70°C
Umidità di funzionamento Dal 10% al 90%, relativo, senza condensa
Umidità di stoccaggio Dal 10% al 90%, relativo, senza condensa
Livello di rumore acustico e tempo medio tra i guasti (MTBF)
Ventilatore (numero) 4
Rumore acustico 0°C - 30°C: 41,7 dB
50°C: 54 dB
Garanzia
MTBF a 50°C (ore) 138677
Garanzia Vita limitata con giorno lavorativo successivo prima della sostituzione (se disponibile)
Contenuto del pacchetto Switch Ethernet Cisco serie 300
Cavo di alimentazione (alimentazione per SKU di computer desktop)
Kit di montaggio incluso in tutti gli sku, compresi i modelli da tavolo
Cavo seriale
CD-ROM con documentazione per l'utente (PDF) inclusa
Guida rapida
Commutazione di livello 2
Protocollo Spanning Tree Supporto 802.1d Spanning Tree
Convergenza rapida usando 802.1w (Rapid Spanning Tree [RSTP]), abilitato per default
Sono supportate 8 istanze
Istanze multiple di Spanning Tree utilizzando 802.1s (MSTP)
VLAN Supporta fino a 4096 VLAN simultaneamente
VLAN basate su porte e tag 802.1Q
VLAN basate su MAC
Gestione VLAN
Private VLAN Edge (PVE), note anche come porte protette, con uplink multipli
VLAN ospite
VLAN non autenticata
Assegnazione dinamica delle VLAN tramite server RADIUS con autenticazione client 802.1x
CPE VLAN
Raggruppamento di porte e aggregazione di link Supporto per IEEE 802.3ad Link Aggregation Control Protocol (LACP)
fino a 8 gruppi
fino a 8 porte per gruppo con 16 porte candidate per ogni link dinamico aggregato 802.3ad LAG
VLAN voce Il traffico vocale viene automaticamente assegnato a una VLAN specifica per la voce ed elaborato utilizzando i livelli appropriati di funzionalità QoS Auto
VLAN TV multicast La VLAN TV multicast permette di condividere una singola VLAN multicast in una rete, mentre gli abbonati rimangono in VLAN separate (note anche come MVR)
VLAN Q-in-Q Le VLAN attraversano in modo trasparente la rete del service provider mentre isolano il traffico tra i clienti
Generic VLAN Registration Protocol (GVRP)/Generic Attribute Registration Protocol (GARP) Protocolli per la propagazione e la configurazione automatica delle VLAN in un dominio bridged
Rilevamento del collegamento unidirezionale (UDLD) UDLD monitora la connessione fisica per rilevare le connessioni unidirezionali causate da un cablaggio improprio o da guasti a cavi e porte per prevenire loop di inoltro e bloccare il traffico nelle reti
Relay DHCP al livello 2 Inoltro del traffico DHCP al server DHCP in diverse VLAN; funziona con l'opzione 82 di DHCP
Internet Group Management Protocol (IGMP versioni 1, 2, 3) snooping IGMP limita il traffico multicast ad alta intensità di banda solo ai richiedenti; supporta fino a 1K gruppi multicast (è supportato anche il multicasting specifico alla fonte)
Bloccaggio HOL (Head-Of-Line) Prevenzione delle serrature HOL
Querelatore IGMP Querier IGMP è utilizzato per supportare il dominio multicast Layer 2 degli switch snooping in assenza di un router multicast
Funzioni di livello 3
Routing IPv4 Inoltro dei pacchetti IPv4 alla velocità del filo
Fino a 512 rotte statiche e fino a 128 interfacce IP
Routing interdominio senza classe (CIDR) Supporto CIDR
Interfaccia di livello 3 Configurazione dell'interfaccia Layer 3 su una porta fisica, LAG, interfaccia VLAN o interfaccia di loopback
Relè DHCP al livello 3 Inoltro del traffico DHCP tra domini IP
Relè UDP (User Datagram Protocol) Inoltrare le informazioni di trasmissione tra i domini Layer 3 per la scoperta delle applicazioni o l'inoltro dei pacchetti bootP/DHCP
Server DHCP Lo switch agisce come un server DHCP IPv4 che supporta indirizzi IP per più pool/scope DHCP
Supporta le opzioni DHCP
Sicurezza
Secure Sockets Layer (SSL) Supporto SSL: cripta tutto il traffico HTTPS, consentendo un accesso altamente sicuro all'interfaccia grafica di gestione basata su browser dello switch
IEEE 802.1X (ruolo di autenticatore) 802.1X: autenticazione e segnalazione RADIUS
checksum MD5
VLAN ospite
VLAN non autenticata
Modalità host singolo/multiplo e sessioni singole/multiple
Supporta 802.1X a tempo
Assegnazione dinamica delle VLAN
Protocollo Secure Shell (SSH) SSH è un sostituto sicuro del traffico Telnet
SCP usa anche SSH
SSH v1 e v2 sono supportati
Autorizzazione via Internet L'autenticazione basata sul web fornisce il controllo dell'accesso via web tramite un browser web a qualsiasi dispositivo e sistema operativo
STP Bridge Protocol Data Unit (BPDU) Guard Un meccanismo di sicurezza che protegge la rete da configurazioni errate
La porta abilitata al BPDU Guard viene disabilitata se un messaggio BPDU viene ricevuto su quella porta, evitando loop accidentali della topologia
Snooping DHCP Filtra i messaggi DHCP con indirizzi IP non registrati e/o da interfacce inaspettate o non fidate
Questo impedisce ai dispositivi malintenzionati di agire come server DHCP
Protezione radice STP Questo impedisce ai dispositivi di bordo che non sono sotto il controllo dell'amministratore di rete di diventare nodi radice dello Spanning Tree Protocol.
IP Source Guard (IPSG) Quando IP Source Guard è abilitato su una porta, lo switch filtra i pacchetti IP ricevuti dalla porta se gli indirizzi IP di origine dei pacchetti non sono stati configurati staticamente o appresi dinamicamente dallo snooping DHCP
Questo previene lo spoofing dell'indirizzo IP
Ispezione ARP dinamica (DAI) Lo switch scarta i pacchetti ARP dalla porta se non ci sono legami IP/MAC statici o dinamici, o se c'è una discrepanza tra gli indirizzi di origine o di destinazione nel pacchetto ARP, questo previene gli attacchi man-in-the-middle
Binding IP/MAC/Port (IPMB) Le caratteristiche precedenti (DHCP Snooping, IP Source Guard e Dynamic ARP Inspection) lavorano insieme per prevenire attacchi DOS sulla rete, aumentando così la disponibilità della rete
Tecnologia del nucleo sicuro (SCT) Assicura che lo switch riceverà e gestirà il traffico di processo e di protocollo indipendentemente dalla quantità di traffico ricevuto
Proteggere i dati sensibili (SSD) Un meccanismo per gestire in modo sicuro i dati sensibili (come password, chiavi, ecc.) sullo switch, popolando questi dati in altri dispositivi e proteggendo dall'autoconfigurazione
L'accesso alla visualizzazione dei dati sensibili in chiaro o in forma criptata viene fornito in base al livello di accesso configurato dall'utente e al metodo di accesso dell'utente
VLAN privata La VLAN privata fornisce sicurezza e isolamento tra le porte di commutazione in modo che gli utenti non possano spiare il traffico degli altri utenti; supporta uplink multipli
Sicurezza del porto Possibilità di bloccare gli indirizzi MAC sorgente alle porte e limitare il numero di indirizzi MAC appresi
RADIUS/TACACS+ Supporta l'autenticazione RADIUS e TACACS
L'interruttore funziona come un client
Contabilità RADIUS Le funzioni di reporting RADIUS permettono di inviare dati all'inizio e alla fine di un servizio, indicando la quantità di risorse (come tempo, pacchetti, byte, ecc.) utilizzate durante la sessione
Prevenzione DoS Prevenzione degli attacchi Denial-Of-Service (DOS)
Liste di controllo d'accesso ACL Supporto per un massimo di 512 politiche
Rifiuto dei pacchetti o limitazione della larghezza di banda in base a MAC sorgente e destinazione, ID VLAN o indirizzo IP, protocollo, porta, precedenza DSCP/IP, porte sorgente e destinazione TCP/UDP, priorità 802.1p, tipo Ethernet, pacchetti ICMP (Internet Control Message Protocol), pacchetti IGMP, flag TCP, ACL basata sul tempo supportata
Qualità del servizio
Livelli di priorità 4 code di attrezzature
Orari Priorità rigorosa e Round-Robin pesato (WRR)
Assegnazione delle code basata su Differentiated Services Code Point (DSCP) e classe di servizio (802.1p/CoS)
Classi di servizio Basato sulla porta; 802.1p VLAN basato sulla priorità; IPv4/v6 IP precedence/Type of Service (ToS)/DSCP-based; Differentiated Services (DiffServ); classificazione e remarking ACLs, trusted QoS
Evitare la congestione del traffico Un algoritmo di evitamento della congestione TCP è necessario per minimizzare ed evitare perdite globali di sincronizzazione TCP
Limitazione del tasso Controllo dell'ingresso; shaping dell'uscita e controllo del tasso; per VLAN, per porta e basato sul flusso.
IPv6
IPv6 Modalità host IPv6
IPv6 su Ethernet dual stack IPv6/IPv4
IPv6 neighbor e router discovery (ND) configurazione automatica degli indirizzi IPv6 stateless
Scoperta dell'unità massima di trasmissione (MTU) del percorso
Rilevamento degli indirizzi duplicati (DAD) ICMP versione 6
IPv6 su rete IPv4 con supporto Intra-Site Automatic Tunnel Addressing Protocol (ISATAP)
Certificato USGv6 e IPv6 Gold Logo
IPv6 QoS Dare priorità ai pacchetti IPv6
ACL IPv6 Limitazione del tasso o scarto dei pacchetti IPv6
Sicurezza IPv6 First Hop Guardia RA
Ispezione ND
Guardia DHCPv6
Tabella dei vicini (snooping e voci statiche)
Controllo dell'integrità del legame di vicinato
Multicast listener discovery (MLD v1/2) snooping Consegnare i pacchetti multicast IPv6 solo ai destinatari appropriati
Gestione
Applicazioni IPv6 Web/SSL, server Telnet/SSH, ping, traceroute, Simple Network Time Protocol (SNTP), Trivial File Transfer Protocol (TFTP), SNMP, RADIUS, syslog, client DNS, client Telnet, client DHCP, DHCP Autoconfig, DHCP Relay IPv6, TACACS
SNMP SNMP versioni 1, 2c e 3 con supporto SNMP trap e SNMP versione 3
Modello di sicurezza basato sull'utente (USM)
Interfaccia grafica utente Utilità di configurazione dell'interruttore incorporata per una facile configurazione del dispositivo in un browser (HTTP/HTTPS)
Supporta operazioni semplici e avanzate, configurazione, procedure guidate, cruscotto configurabile, manutenzione del sistema, monitoraggio, aiuto online e motore di ricerca universale
Monitoraggio remoto (RMON) Il software RMON integrato supporta 4 gruppi RMON (storia, statistiche, allarmi ed eventi) per una migliore gestione, monitoraggio e analisi del traffico
Dual stack IPv4 e IPv6 Coesistenza di entrambi gli stack di protocollo per facilitare la migrazione
Aggiornamento del firmware Aggiornamento tramite browser web (HTTP/HTTPS) e TFTP e SCP.
Gli aggiornamenti possono anche essere avviati tramite la porta della console
Doppia immagine per aggiornamenti flessibili del firmware
Mirroring delle porte Il traffico su una porta o LAG può essere riflesso su un'altra porta per l'analisi utilizzando un analizzatore di rete o una sonda RMON
Fino a 8 porte sorgente possono essere riflesse su una singola porta di destinazione
Mirroring VLAN Il traffico su una porta può essere riflesso su un'altra porta per l'analisi utilizzando un analizzatore di rete o una sonda RMON
Fino a 8 porte sorgente possono essere riflesse su una singola porta di destinazione
È supportata la sessione singola
Autoconfigurazione con Secure Copy (SCP) Permette una distribuzione di massa sicura con protezione dei dati sensibili
DHCP (opzioni 12, 66, 67, 82, 129 e 150) Le opzioni DHCP permettono un controllo più stretto da un punto centrale (server DHCP) per l'indirizzo IP, l'autoconfigurazione (con il download del file di configurazione), il relè DHCP e l'hostname
File di configurazione modificabili basati su testo I file di configurazione possono essere modificati con un editor di testo e scaricati su un altro switch, facilitando la distribuzione di massa
Smartports Configurazione semplificata di QoS e funzioni di sicurezza
Auto Smartports Applica soluzioni intelligenti fornite attraverso i ruoli Smartport e le applica automaticamente alla porta in base ai dispositivi scoperti tramite Cisco Discovery Protocol o LLDP-MED
Copia sicura (SCP) Trasferimento sicuro dei file da e verso lo switch
Linea di comando CLI basata sul testo CLI scrivibile
CLI completo e menu CLI supportato
Funzionamento temporaneo del porto Alzare o abbassare la porta in base a una pianificazione definita dall'utente (quando la porta è sollevata amministrativamente)
Altre forme di gestione Traceroute; Gestione IP singolo; HTTP/HTTPS; SSH; RADIUS; Port Mirroring; Aggiornamento TFTP; Client DHCP; Simple Network Time Protocol (SNTP); Aggiornamento Xmodem; Diagnostica dei cavi; Ping; Syslog; Client Telnet; Client SSH; Impostazione automatica dell'ora dalla stazione di gestione
Efficienza energetica
Rilevamento dell'energia Lo switch spegne automaticamente l'alimentazione alla porta RJ-45 quando non viene rilevata alcuna connessione
L'alimentazione viene ripresa senza perdita di pacchetti quando lo switch rileva una connessione
Rilevamento della lunghezza del cavo Regola la forza del segnale in base alla lunghezza del cavo, riduce il consumo energetico per i cavi più corti
Disabilitare i LED della porta I LED possono essere spenti manualmente per risparmiare energia
Conforme a EEE (802.3az) Supporto 802.3az su tutte le porte in rame da 10 Gbps
Discovery
Bonjour Lo switch sta trasmettendo con il protocollo Bonjour
Link Layer Discovery Protocol (LLDP) (802.1ab) con estensioni LLDP-MED LLDP permette a uno switch di trasmettere la sua identificazione, configurazione e capacità ai dispositivi vicini che memorizzano i dati nella MIB
LLDP-MED è un'estensione di LLDP che aggiunge le estensioni necessarie per i telefoni IP
Protocollo Cisco Discovery Lo switch trasmette se stesso usando il Cisco Discovery Protocol
Impara anche il dispositivo collegato e le sue proprietà usando il Cisco Discovery Protocol

SUPPORTO

Scaricati:

Guida all'amministrazione di Cisco 300X - ENG Scarica
Guida rapida alla serie Cisco 300X - ENG Scarica
Scheda tecnica di Cisco 300X - ENG Scarica
Scegli un paese o una regione diversa per acquistare nella lingua adatta a te
Il nostro sito utilizza i cookie (i cosiddetti "cookies"). Puoi trovare ulteriori informazioni su questi file, nonché su come trattiamo i tuoi dati personali, nella nostra politica sulla privacy.
Sei nella pagina per paese / regione:
Italiano (IT)
Seleziona un paese o una regione diversi per fare acquisti nella lingua che preferisci.